Cos'è la rosacea?

La rosacea è un disturbo infiammatorio cronico della pelle, i cui segni e sintomi possono ripresentarsi dopo un periodo di apparente guarigione.

La parte del corpo che viene colpita più spesso è il viso (guance, naso, mento e fronte), poiché la cute in questa zona ha un gran numero di ghiandole che producono sebo.

Come si manifesta?

La rosacea porta con sé una serie di segni e sintomi, che possono non insorgere tutti nello stesso momento.

I soggetti colpiti presentano principalmente rossore transitorio, eritema persistente, teleangectasie (capillari dilatati vicino alla superficie della pelle) e papule/pustole. Segni e sintomi secondari sono bruciore, pizzicore, placche edematose e manifestazioni oculari.

Per la diagnosi e la gestione della rosacea viene utilizzato un approccio fenotipico, cioè basato sulle manifestazioni cutanee del paziente.

icona-giornale-svg

Caratteristiche diagnostiche

La pelle del volto (in particolare del naso) diventa più spessa.
Si presenta un rossore al centro del viso che può intensificarsi periodicamente, in risposta a particolari stimoli.

icona-piu-svg

Caratteristiche maggiori

La parte centrale del viso è arrossata, i capillari diventano visibili e si formano papule e pustole. Il paziente avverte calore, bruciore e/o
dolore.

icona-meno-svg

Caratteristiche minori

Il paziente avverte una sensazione di bruciore e secchezza cutanea.
Può verificarsi un gonfiore localizzato del viso (edema).

Cause della rosacea

Quali sono i fattori psicosomatici della rosacea?

Siccome la rosacea si manifesta su parti del corpo molto visibili, come il viso, può causare imbarazzo, ansia, bassa autostima e mancanza di sicurezza. Questi disagi possono interferire con la qualità della vita e con le relazioni interpersonali.

L’ansia e lo stress, oltre a costituire dei fattori scatenanti della rosacea, possono contribuire ad intensificarla.

Una terapia adeguata dei sintomi della rosacea è utile non solo a trattare il disturbo cutaneo, ma anche a migliorare il benessere emotivo e la qualità della vita della persona, che acquisirà maggiore sicurezza e autostima.

Chi è più colpito?

icona-genfemmina-svg

Persone di

sesso
femminile

ico-viso

Persone con

occhi,
capelli
e
pelle chiari

icona-famiglia-svg

Persone con casi di rosacea

nella storia familiare

icona-trenta-svg

Persone con

più
di 30 anni

Quando rivolgersi al dermatologo?

La rosacea è un disturbo infiammatorio cronico della pelle, i cui segni e sintomi possono ripresentarsi dopo un periodo di apparente guarigione. Per affrontarla al meglio sono necessari un trattamento adeguato, una corretta skincare e l’educazione del paziente. È opportuno quindi rivolgersi a un medico, che valuterà la situazione e potrà indicare il trattamento della rosacea più appropriato per il singolo paziente.