Parti del corpo su cui si manifesta la rosacea

viso-rosacea
viso-rosacea
Una delle malattie della pelle del viso spesso ignorata ma che comporta non pochi disagi a coloro che ne soffrono è la rosacea. Si tratta di una malattia infiammatoria cronica che colpisce principalmente la zona centrale del viso, come mento, guance, fronte e naso. Diversamente da altre dermatiti, la rosacea non si presenta su altre parti del corpo. Che la rosacea non venga presa “seriamente” in considerazione da chi ne soffre lo si capisce dalle numerose ricerche che gli utenti eseguono su Google. Infatti, molte persone sono dubbiose sulle manifestazioni del derma associate alla rosacea e cercano impropriamente on-line notizie o informazioni sulla rosacea sulle gambe o sulle braccia.

Perché la rosacea sulle gambe non si presenta?

La rosacea provoca l’alterazione del normale funzionamento delle ghiandole sebacee. Esse sono distribuite lungo tutta la superficie corporea, tranne che sul palmo delle mani e sulla pianta dei piedi. La ragione per cui la rosacea colpisce principalmente il volto è data dalla abbondanza di ghiandole sebacee in questa zona del corpo; inoltre, nei casi di rosacea si osservano anomalie in termini di reattività vascolare facciale e del sistema immunitario del soggetto che ne soffre. Le manifestazioni della rosacea si possono aggravare a causa dell’esposizione cronica a fattori ripetuti, in particolare quelli che sono responsabili di vampate di calore, come la luce solare, i cibi piccanti, l’alcol, o altri fattori topici irritanti. L’eziopatologia sembra essere multifattoriale, ma non si ha tuttora la certezza su ciò che causerebbe la rosacea.

Dove si manifesta la rosacea?

La rosacea si manifesta sul viso delle persone. Seppur non si tratta di una malattia che minaccia la vita del paziente, manifestandosi sul viso, ha un notevole impatto negativo sulla qualità della vita. Questa patologia può presentarsi con caratteristiche differenti: è possibile, ad esempio, osservare dei cambiamenti fisiologici della cute, come nel caso dell’ispessimento della pelle del viso (iperplasia). Questo caratteristico aspetto bulboso si manifesta principalmente nella zona del naso (rinofima), è però possibile osservare dei noduli superficiali anche su orecchie, palpebre, mento e guance. Manifestazioni caratterizzate da papule (placche cutanee che possono presentarsi in rilievo, incavate o piane) o pustole (placche che contengono liquido o pus) solitamente si concentrano nella zona centro-facciale. È possibile osservare nella zona centro-facciale anche eritemi persistenti o transitori, che possono intensificarsi in risposta a vari trigger ingenerando una sensazione di calore fastidiosa o dolorosa. Solitamente risulta difficoltoso rilevare visivamente queste manifestazioni nei fototipi di pelle più scura. È possibile, inoltre, che nella regione centro-facciale la cute si presenti ruvida, tesa, squamosa e/o pruriginosa. Non è raro, infine, osservare la dilatazione dei vasi sanguigni (teleangectasie) nella zona centro-facciale. Quando queste manifestazioni si espandono fino alla zona del contorno occhi si parla di teleangectasie oculari e di rosacea oculare. In questi casi, oltre alle manifestazioni cutanee, il paziente può avvertire una sensazione di bruciore, pizzicore o secchezza oculare. Solitamente questi sintomi si manifestano anticipatamente, ma possono anche insorgere contemporaneamente alle manifestazioni cutanee sulle altre zone del viso.

È opportuno rivolgersi ad un dermatologo, che valuterà la situazione e potrà indicare il trattamento della rosacea migliore per il singolo paziente.

Altri approfondimenti