Rinofima: quando la causa è la rosacea

Rinofima rosacea
Rinofima per rosacea al naso
Il rinofima è la forma più comune di rosacea fimatosa, a sua volta considerata uno dei sottotipi di rosacea. A differenza delle altre forme di rosacea fimatosa, quali la gnatofima (che coinvolge il mento), la metofima (la fronte), la otofima (le orecchie) e la blefarofima (le palpebre), il rinofima riguarda specificamente il naso.

Come si manifesta il rinofima

Il rinofima si manifesta con un’iperplasia (aumento delle dimensioni) del tessuto connettivo e delle ghiandole sebacee del naso. Nei casi più gravi, il rinofima arriva a modificare la forma e le dimensioni del naso con ipertrofia (ingrandimento) del tessuto connettivo e delle ghiandole sebacee, che provocano dilatazione ampia dei follicoli. Esistono casi di gravità intermedia di rinofima, dove il gonfiore del naso è relativamente contenuto, così come l’ipertrofia del tessuto connettivo e delle ghiandole sebacee. Nelle forme più blande, infine, il problema si mostra con leggera prominenza degli orifizi follicolari, lasciando inalterata la dimensione del naso. Come tutti i tipi di rosacea fimatosa, il rinofima può presentarsi insieme ad altri sottotipi di rosacea, con conseguenti sintomi quali lesioni infiammatorie, vasodilatazione, eritema e simili.

Possibili cause del rinofima

La rosacea, della cui famiglia il rinofima fa parte, è una patologia multifattoriale che può scaturire da un’alterata risposta dell’immunità innata, da alcuni tipi di acari come il Demodex (la cui presenza sul volto delle persone con rosacea è superiore a chi non è affetto dalla malattia) e può essere aggravata da fattori ambientali come l’alimentazione, l’esposizione a raggi UV e alcuni stati d’animo come l’ansia e lo stress. L’elemento emotivo-psicologico non è da sottovalutare: le persone affette da rinofima potrebbero esperire difficoltà e disagio nella regolare vita sociale, a causa gli effetti sull’estetica del volto generato dalla patologia. Questo disagio alimenta stress e ansia che a sua volta aumenta gli effetti del rinofima. Si ritiene che un ruolo rilevante venga svolto anche dal patrimonio genetico dell’individuo (se ci sono già casi in famiglia è più facile l’insorgere della malattia).

Come trattare il rinofima

Se il rinofima si manifesta con i soli effetti sul naso elencati sopra, si opta spesso per la terapia laser ablativa o per la chirurgia, oppure per una combinazione di entrambe. Diverso è il caso se, come spesso accade, al rinofima si aggiungono gli effetti di altri sottotipi della rosacea. In entrambi i casi, solo la visita di un dermatologo può decidere quale strada intraprendere, fornendo una corretta diagnosi, accompagnata dalle informazioni utili per il paziente sul trattamento da intraprendere e le aspettative da riporre nella cura.

È opportuno rivolgersi ad un dermatologo, che valuterà la situazione e potrà indicare il trattamento della rosacea migliore per il singolo paziente.

Altri approfondimenti

ragazza con pelle del viso mista

Pelle del viso mista e rosacea

La pelle del viso mista rappresenta un vero e proprio grattacapo per chi ne soffre. Solitamente si definisce in questo modo una pelle non omogenea che presenta sia una composizione grassa che zone secche e ruvide.

Vai all'articolo