È possibile gestire con successo la rosacea evitando alcuni fatori scatenanti.

La corretta alimentazione

Tra i cibi trigger vi sono: caffè e tè caldo, bevande alcoliche, cibi con capsaicina (spezie, salsa piccante, peperoncino), pomodori, cedro, cannella e cioccolato.

I pazienti dovrebbero introdurre nella loro dieta alimenti con proprietà antinfiammatorie, come vitamina B, zenzero, curcuma, omega-3, olio di oliva.

I dermatologi, solitamente, raccomandano ai pazienti con la rosacea di evitare quei cibi e quelle bevande che possono contribuire al peggioramento dei sintomi della malattia (cibi piccanti, bevande alcoliche, bevande calde).

Altri alimenti, invece, possono essere d’aiuto per il miglioramento dei segni e dei sintomi. Una dieta ricca di fibre risulta utile per mantenere in salute il microbiota intestinale, cioè l’insieme dei microbi che popolano l’intestino.

Molte fibre vegetali, infatti, agiscono come prebiotici: non vengono digerite e stimolano selettivamente la crescita e/o l’attività di agenti microbici benefici per il tratto gastrointestinale.

Con la dieta possono essere assunti anche i probiotici, microrganismi viventi che,
quando somministrati in adeguate quantità, apportano un beneficio alla salute dell’ospite. I probiotici sono contenuti in alcuni cibi fermentati, come yogurt e crauti.

Altri fattori scatenanti

Le alte temperature, l’esposizione al sole, l’esercizio fisico e i sentimenti di rabbia o imbarazzo possono contribuire al peggioramento dei sintomi della rosacea. Alcuni di questi, come le alte temperature, agiscono direttamente sui vasi sanguigni, provocando la loro dilatazione e dunque il rossore sul viso.

I fattori psicologici, come ansia e stress, possono aggravare il rossore nella rosacea, portando a un circolo vizioso.

Consigli per la vita di tutti i giorni

  • Qualunque attività o abitudine in grado di ridurre il livello di stress aiuta a prevenire il peggioramento dei sintomi esistenti. Sono utili gli esercizi a bassa intensità, come camminare o nuotare, e un riposo notturno di almeno 7 ore.
  • Detergere la pelle due volte al giorno con prodotti adeguati e asciugare la pelle dolcemente con un asciugamano di cotone senza sfregare.
  • Mantenere una corretta idratazione, perché la disidratazione può aumentare i processi infiammatori nelle cellule, alterando quindi la struttura dei vari strati della pelle.
  • Per gli uomini che si radono, è preferibile usare un rasoio elettrico.

Mini guida alla scelta
dei prodotti cosmetici

La scelta dei prodotti cosmetici deve assicurare un’adeguata idratazione e protezione della pelle. Il trucco correttivo può essere utile per coprire le zone più arrossate, in attesa della risoluzione dei segni in seguito alla terapia per la rosacea.
icona-fiore-svg

Detergente – deve poter essere usato in combinazione con l’eventuale terapia topica. Un detergente “ideale” dovrebbe rimuovere sporco, grasso, inquinanti ambientali e batteri nocivi senza alterare o rimuovere le molecole e i batteri che contribuiscono al naturale benessere della pelle. L’applicazione dei detergenti deve avvenire in maniera delicata, senza sfregamenti, per evitare il rossore e il bruciore.

icona-goccia
Idratanti o emollienti – dovrebbero evitare la comparsa di irritazioni ed essere privi di fragranze e alcol. La formulazione non deve contenere sostanze astringenti e abrasive, né sostanze che possano aggravare i sintomi della rosacea.
icona-protezionesolare

Protezione solare – utile per ridurre l’intensità dei segni e sintomi della rosacea causati dall’esposizione al sole.
È raccomandato l’utilizzo quotidiano di un prodotto con un fattore di protezione solare superiore a 50 e che protegga dalle radiazioni UV-A e UV-B.

icona-cosmetico

Trucco correttivo – i pigmenti hanno lo scopo di coprire le lesioni o il rossore, sfruttando il principio dell’opposizione dei colori. Ad esempio, il colore rosso dell’eritema può essere neutralizzato con
pigmenti verdi.

Il trucco usato dai pazienti con la rosacea deve possedere alcune caratteristiche:

  • Le lesioni molto rosse richiedono l’uso di prodotti molto ricchi di pigmenti, per ottenere una maggiore coprenza. Come nel caso delle creme solari, il pigmento è in grado di aumentare, parzialmente, la protezione della pelle dal sole.
  • Il prodotto deve essere anche facile da spalmare, in modo che possa essere applicato e rimosso con estrema delicatezza, evitando frizioni.
  • I prodotti per il trucco non devono essere irritanti o allergenici, non dovrebbero contenere profumo e devono essere clinicamente testati.

Prima di applicare il trucco è consigliabile applicare un prodotto idratante.